Il gruppo Novamusa, guidato dal maestro Piero Ricci,  ha ipnotizzato  il pubblico presente, il 26 dicembre, nella Chiesa di Santa Maria di Sant’Anastasia, proponendo un viaggio nella storia e nel patrimonio molisano.  Le note hanno evocato lo splendore delle Mainarde e del Matese narrati dallo stesso maestro; le lunghe marce lungo i tratturi, segnate dalla sofferenza per la partenza e dalla gioia del ritorno; il lavoro degli ultimi artigiani; l’estasi del vino autoctono Tintilia.

la zampogna è uno strumento a chiave molisana a cui, il maestro, ha genialmente apportato delle modifiche che gli permettono di modulare in altre tonalità: da quella del bordone e addirittura di suonare in tono minore.

Piero Ricci è considerato uno dei massimi esecutori di zampogna.

height=”136″ />

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>