Seconda edizione dell’evento “La Via della Bellezza”: 19 settembre 2015 in Piazza Trivio e via Garibaldi in Sant’Anastasia. Un percorso che declina la Bellezza in arte, musica, scultura, poesia, ballo e laboratori per bambini.
Un incontro di persone, arte e cultura lungo Via Garibaldi e in Piazza Trivio in Sant’Anastasia il 19 settembre 2015. Una serata dedicata alla poesia, ai laboratori artistici con bambini, alla performance pittorica teatrale, alle acrobazie aeree, e al tango. Un evento che si conclude con il concerto dei Musicamanovella.
L’evento ospita le sculture di Roberto Cipollone noto per il suo laboratorio artistico di stampo medievale e le performance pittorico teatrali di Decio Carelli che crea una sua opera decantando poesie e parlando con il pubblico presente.
Due giovani musicisti emergenti che hanno nel sangue il blues, il rock e il jazz, Francesco Esposito e Vincenzo Ceriello, interpretano pezzi di Pino Daniele. Da emozione a emozione, Marianna Ruggiero e Vincenzo DiBattiti con la loro “Via del tango” prendono per mano il pubblico per portarlo lungo un percorso fatto di musica e passione.
Gli occhi volgono verso l’alto grazie alle Aerial Dancers, le acrobate aeree Annalisa Esposito, Laura Serpico e Alessia De Falco. Le Aerial Dancers sono una giovane Compagnia di Danza Aerea Napoletana che interpreta con passione e impegno rigoroso la Danza in tutte le sue sfumature, dallo studio costante di Acrobatica Aerea su vari attrezzi come cerchio, trapezio, tessuti e palo, alla continua ricerca di nuovi stimoli sperimentando stili e combinazioni diverse.
Chiude in bellezza il gruppo dei Musicamanovella, la band lucana pronta a far ballare tutta La Via della Bellezza. “Supereroi della Pubblicità”: è questo il nome del terzo disco firmato dai Musicamanovella e che viene presentato dal gruppo come “SupereroiTour2015”. Rock&roll condito da stile e ironia per cantare le gesta dei nuovi eroi: “Ulisse, Andy Warhol, Gregory Corso, Pasolini, Domenico Modugno, gli animatori del villaggio turistico del pensiero che entrano nella pubblicità per distruggerla dall’interno”.

Leave a Reply